Uniswap v3 : una macchina stampa soldi

Quante volte hai sentito parlare e/o letto di Uniswap? Migliaia. Se anche tu, hai girovagato in DeFi è impossibile non aver incontrato almeno per 1 volta il protocollo Uniswap.

Cosa è Uniswap?

(tradotto direttamente dai loro FAQ)

Il protocollo Uniswap è un protocollo open source per fornire liquidità e scambiare token ERC20 su Ethereum. (Il protocollo è ormai stato deployato su altre chain come Optimism, Arbitriurm, Polygon, Celo ecc.ecc.) Elimina gli intermediari e tutte le forme non necessarie , consentendo un’attività di cambio sicura, accessibile ed efficiente.

Il protocollo non è aggiornabile e, è progettato per resistere alla censura.

Logo Uniswap


Partiamo dal punto che molte persone a volte, si dimenticano che Uniswap è il protocollo più forkato di tutta la DeFI (controlla qui la classifica dei protocolli più forkati). Oltre ad essere il più “copiato” forse non tutti sanno che Uniswap V3 è un’ottimo strumento per mettere a rendita le proprio cryptovalute.

In bull Market si può sfruttare (fornendo liquidità) per coppie di token tipo token1-token2, in bear market (quello che stiamo vivendo) potremmo sfruttare a pieno la potenza della V3 fornendo liquidità a coppie di token tipo token1-stablecoin1

Non starò a dire il motivo, tu che stai leggendo questo articolo spero tanto che sai la differenza.

Il vero problema dell’utilizzo di questo protocollo è l’Impermanent loss. Anche qui non andrò tanto per le lunghe su questa tematica ma, se vuoi puoi studiare e capire più a fondo l’Impermanent loss su qui.


Come iniziare

Per iniziare a stampare soldi con Uniswap ti occorre:

Le Pool di Uniswap

Con il primo link fornito, andremo quindi ad ottenere (gratis) un quadro completo delle pool di Uniswap. Attraverso quel tool, saremo in grado di valutare:

  • Volumi
  • TVL
  • Fees
  • Swap, Rimozione e Aggiunta di Liquidità (Adds, Remove)

Prendiamo come esempio una delle pool più “sfruttate” : USDC/ETH

A primo impatto, ci vengono forniti tutti i dati. Questa immagine è stata fatta mentre scrivo questo articolo quindi i dati li troverai cambiati.
Da notare che nelle 24h sono stati generati circa 454K $ di fees. (queste fees vengono ripartite per chi fornisce liquidità).

Simulatore IL e Rendita

Con i tool di simulazione puoi ottenere le informazioni fondamentali per la pool che hai scelto. Un piccolo consiglio che ti dò: quando scegli il range del prezzo, dove posizionerai la tua liquidità, non mettere un range stretto perché:

A) soffrirai di più per IL
B) le fees ti vengono assegnate solo quando il prezzo è nel range che hai scelto. Se il prezzo esce dal range, non ti verranno più assegnate fees.

Vediamo nel dettaglio il tool Croco Finance per la pool USDC/ETH

Nel primo riquadro in alto a sinistra, abbiamo impostato il nostro range 1000 (minimo) - 2000 (massimo). Questo vuol dire che se il prezzo di ETH, rimane in quel range, ci verranno assegnate le fees per un valore (stima) di 11.64$ al giorno (riquadro a destra). Queste fees vengono generate da un investimento di 5000 $ (riquadro in basso a sinistra).

Fino a qui chiaro no? Bene, andiamo avanti.
Scorrendo verso il basso, possiamo simulare il prezzo di ETH e quindi, vedere/calcolare IL.

Come vedi nell’immagine, abbiamo simulato un drop del prezzo di ETH del 10% circa (ETH 0.9) - Simulated price 1.37K $ per ETH. A destra vediamo che il prezzo simulato è ancora nel nostro range impostato (1000-2000) quindi, stiamo generando fees. NB. USDC è una stable, e in quanto tale, non dovrebbe avere oscillazioni di prezzo.

Se ritorniamo a controllare la nostra posizione troveremo questa situazione:

  • il prezzo simulato è 1373 eth (drop del 10%, impostato nel passaggio precedente)
  • la nostra LP ha “accumulato” più ETH (+0.56 ETH)
  • la nostra LP ha “perso” USDC (-810 USDC)
  • il nostro IL è di -41.54$

l’accumulo di ETH e la perdita di USDC è dovuto proprio al bilanciamento automatico della pool.

Ora il nostro quadro è chiaro. Se, in 1 giorno, ETH droppa di circa del 10% quello sarà il risultato che otteniamo.

Prince Range e Pool, come scegliamo?

Come hai ben capito, la scelta del range è fondamentale quanto la scelta della pool stessa. Ti rinnovo l’invito di non tenere “troppo” stretto il range per il posizionamento della liquidità.

Personalmente la scelta della pool la faccio in base a 2 fattori:

  • cosa voglio accumulare
  • APR

Ripartendo dall’esempio della pool USDC/ETH, le fees che generemo saranno in USDC e ETH e quindi, se siamo bullish su ETH, potrebbe essere un’ottima opportunità per accumulare ETH.

Utilizzando l’altro tool (ma potete anche calcolarvelo da soli) sempre sulla stessa pool, impostando i dati come nell’esempio di prima, otteniamo un bel 84% APR. Non male vero? :sunglasses:

Conclusioni

Affidarsi ad un protocollo come Uniswap fa sicuramente “dormire sogni tranquilli” ma, è anche vero che il problema dell’IL è un vero PROBLEMA.

Ora la domanda la faccio io a te, come ti metteresti a riparo dal problema dell’IL?
Come sempre la discussione aperta su questo sito oppure ci trovi sul nostro canale ufficiale di Telegram:

UPDATE:
ho trovato questo interessantissimo tool per fare backtesting della vostra strategia: https://defi-lab.xyz/uniswapv3simulator