Radix DLT: il protocollo L1 che devi assolutamente conoscere

Cos’è Radix DLT?

Radix è un protocollo L1 frutto di ben 8 anni di ricerca da parte dello sviluppatore Dan Hughes.

La mainnet è stata lanciata nell’estate 2021 ma le feature più importanti sono ancora in corso di sviluppo.

I punti di forza di Radix sono (saranno) due:

  1. un ambiente di programmazione asset-oriented, appositamente concepito per la DeFi, che consente di abbattere i tempi di sviluppo ed i rischi di hack.

  2. un protocollo di consenso che consente di scalare illimitatamente senza perdere la composability atomica.

Il rilascio dell’ambiente di sviluppo è previsto per il secondo trimestre del 2023, mentre la scalabilità illimitata sarà rilasciata nel corso del 2024.

Anche se lo sviluppo della rete è incompleto, esiste già una nutrita comunità di sviluppatori che sta costruendo dapp su Radix.

Dan Hughes ed il quadrilemma

Dan è il principale sviluppatore di Radix: una persona estremamente preparata e determinata (leggi ostinato) a trovare la soluzione definitiva al trilemma (scalabilità, sicurezza, decentralizzazione) delle blockchain. L’avvento della DeFi ha aggiunto un nuovo elemento alla complessità del problema: l’interazione è sempre meno wallet→wallet o wallet→smart contract e sempre più smart contract↔smart contract; la composability (ed ancora di più l’atomic composability) entrano in gioco prepotentemente.

Nel corso degli anni Dan è stato più volte in grado di sviluppare soluzioni, anche migliori di protocolli L1 ampiamente diffusi oggi, ma che poi ha scartato perché non riteneva del tutto soddisfacenti; questo finché non è arrivato a Cerberus.

Anche la rivista Forbes è arrivata a parlare di questo personaggio umile e sfuggente: https://www.forbes.com/sites/parmyolson/2019/01/09/this-hermitic-engineer-is-plotting-the-death-of-blockchain/

Il Radix engine

L’ambiente di sviluppo degli smart contract su Radix utilizza il linguaggio Scrypto che è un derivato di Rust.

In Scrypto gli asset sono oggetti che l’ambiente riconosce nativamente; questo semplifica la vita allo sviluppatore consentendogli di produrre software più sicuro con uno sforzo inferiore.

Possiamo paragonare il passaggio da un ambiente tipo EVM a Scrypto all’avvento delle librerie che hanno consentito l’esplosione del settore dei videogiochi a partire dagli anni ‘80; prima di queste uno sviluppatore di videogame doveva costruire l’intero mondo, ora può concentrarsi maggiormente sul gameplay.

Per approfondimenti rimandamo alla serie di articoli a partire da: https://www.radixdlt.com/post/the-problem-with-smart-contracts-today

Esiste anche una serie di articoli sui benefici, in termini di sicurezza, che l’approccio Scrypto comporta: https://www.radixdlt.com/post/rekt-retweet-1-why-the-48-million-cashio-hack-on-solana-could-never-happen-on-radix

Cerberus

Cerberus è il nome del protocollo di consenso di Radix; anche se il suo sviluppo non è completo ne esiste una versione di test, denominata Cassandra, sulla quale sono stati effettuati test di carico tramite applicazioni decentralizzate sviluppate ad hoc tra cui un clone di Twitter. I test vengono, di solito, mostrati live su Twitch: https://www.twitch.tv/fuserleer

Tutte le soluzioni esistenti per migliorare la scalabilità dei protocolli in essere (chain parallele ed L2) comportano limitazioni dal punto di vista della composability atomica tra smart contract che sono su chain diverse o su diversi L2. Questo è un peccato perché è proprio grazie alla composability che è nata e cresciuta la DeFi su Ethereum.

Unico nel suo genere, Cerberus riesce a scalare linearmente col numero di nodi della rete senza perdere composability atomica. Una spiegazione informale del suo funzionamento è in questa serie di infografiche: https://www.radixdlt.com/post/cerberus-infographic-series-chapter-i

:it: Radix Italia :it:

Presenta l’evento: RadFi2022

:beers: Roma 8.12.2022 :beers:

Presso il CoinBar di Via Barberini 34 dalle ore 18 alle 22 si terrà l’evento (totalmente gratuito) RadFi-2022 in cui verranno mostrate in diretta Live con il Team ufficiale di RadixDLT le peculiarità e tutte le ultime novità sul protocollo L-1 Radix.:beers:

https://www.radixdlt.com/radfi

:beers:A tutti i presenti all’evento verrà distribuito in anteprima un airdrop gratuito di AlanCoin, la Memecoin di "Alan.Beer.Project":beers: che verrà lanciata ufficialmente il 25.12.2022 su rete Radix.:beers:

:rocket:Clicca qui per registrarti e scaricare i biglietti per l’evento::rocket:

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-italian-radfi2022-watch-party-467221862167

1 Mi Piace

Prontissimo per l’evento RadFi2022 dell’8-12-2022 al CoinBar di Roma.

1 Mi Piace

Questa la registrazione della liva tenuta dal team Radix in occasione del RadFi2022:

1 Mi Piace