Il crypto wallet Phantom si espande ad Ethereum e Polygon

Il wallet Phantom si sta espandendo verso l’integrazione delle blockchain Ethereum e Polygon, rappresentando una potenziale minaccia per l’attuale leader del mercato, MetaMask. Il crypto wallet sarà disponibile in versione beta entro poche settimane, mentre il lancio pubblico avverrà poco dopo.

Phantom è il wallet più popolare sulla blockchain Solana. Creato da un gruppo di sviluppatori di Ethereum (che ha inoltre sviluppato l’exchange decentralizzato 0x) è poi diventato dominante grazie alla sua esperienza user friendly e alla capacità di mostrare NFT, può contare adesso su più di 3 milioni di utenti attivi. Il suo ampio successo su Solana è ciò che lo rende una delle minacce più rilevanti al predominio di MetaMask sul mercato.

“Vogliamo assolutamente diventare il wallet predominante”, ha dichiarato il CEO di Phantom Brandon Millman in un’intervista. “Penso che abbiamo davvero le carte in regola per poter raggiungere una tale dimensione e ben comprendiamo cosa sia necessario per gestire un wallet da un punto di vista operativo”.

Il percorso di Phantom verso Ethereum è stato lungo. Inizialmente il team fondatore voleva costruire una versione migliore di MetaMask, ma ha pensato che, piuttosto che competere direttamente, una strategia di marketing migliore sarebbe stata quella di iniziare con un ecosistema nascente. Adesso sta lanciando la sfida a MetaMask, non da zero, ma con circa un decimo della sua base utenti.

“Credo che nel complesso il mercato sia pronto per un wallet diverso. È da un po’ che si profilava questa possibilità. Non c’è alcuna sovrapposizione con MetaMask, che si tratta di un prodotto molto diverso, decisamente orientato agli sviluppatori”, ha dichiarato Millman, “Sento che abbiamo bisogno di un cambiamento di paradigma per passare ad applicazioni più accessibili per i consumatori”.

Un aspetto fondamentale della differente architettura di Phantom è che esso mostrerà tutti
i token dei suoi utenti, su tutte le blockchain supportate, in un’unica vista
. Questo contrasta con MetaMask, che costringe l’utente a passare da una blockchain all’altra per vedere i suoi diversi token. L’approccio di Phantom quindi, è più simile a quello di Zerion e TrustWallet.

1 Mi Piace