ICP Internet Computer è davvero una rivoluzione per il mondo blockchain?

@Stef4242 ci racconta che cosa è ICP!

icp

Progetto nato nel lontano 2016, con lo scopo di creare una infrastruttura web pubblica, decentralizzata, scalabile e con una velocità pari a quella del web tradizionale, se non superiore.

Nel 2021 viene reso pubblico il codice sorgente rendendolo finalmente decentralizzato, passando dal noto Internet Protocol (IP) al nuovo Internet Computer Protocol (ICP). Per eliminare i server centralizzati vengono utilizzati i “canisters”, una sorta di upgrade degli Smart Contract scalabili che possono essere fatti girare in parallelo direttamente sulla chain.
In questi ultimi giorni del 2022 è stato rilasciato un ultimo aggiornamento che permette di utilizzare BTC nativo sulla chain ICP.

Da ricordare che al lancio del token il nostro “amato” SBF ne ha compromesso il prezzo, creando autonomamente dei futures qualche giorno prima del listing per poi pomparne il valore all’inverosimile e trarre profitto.

Internet Computer presenta moltissime innovazioni, alcune verranno ampiamente utilizzate (internet identity) altre invece passeranno in secondo piano (social messaggistica).
Non voglio dilungarmi e mi scuso se sarò troppo riassuntivo ma è veramente un progetto immenso e va seguito e approfondito attraverso i soliti canali Medium, Twitter, Telegram.

Andiamo a scoprire i punti chiave di questo aggiornamento appena avvenuto.

I protocolli della “Chain Key Cryptography” combinati con l’argoritmo di firma “ECDSA” consentono ad ICP di connettersi in maniera diretta SENZA bridge o terze parti (token wrapped) a qualsiasi chain anche BTC. Sappiamo che i bridge sono un punto veramente delicato e molti di noi l’hanno provato a proprie spese negli ultimi mesi.

Questa integrazione diretta si basa sulle seguenti caratteristiche:

  • I canister (contenitori), possiedono un indirizzo ICP ed un indirizzo BTC, essendo bitcoin direttamente integrato, si inviano direttamente dal/al indirizzo BTC (di cui si ha il pieno possesso e controllo in quanto unico proprietario) alla chiave privata del canister.
  • I canister possono accedere al set UTXO di indirizzi bitcoin.
  • I canister possono firmare in modo sicuro le transazioni bitcoin.
  • I canister possono inviare transazioni bitcoin alla rete bitcoin.

Prossimamente per poter usare BTC sulla defi di ICP, dovrebbe venir creato un token “ckBTC” che permetterà l’integrazione con gli Smart Contract.
Se vogliamo sarà una sorta di L2 di BTC, a livello di funzionamento simile a Lightning ma con la possibilità di utilizzo in DeFi.

E tu cosa ne pensi di questa nuova blockchain?

Se non l’hai ancora fatto vienici a trovare sul canale Telegram DeFi Italia Official per avere approfondimenti sulla DeFi e su tutto il mondo crypto!