ClearPool: il protocollo DeFi della Liquidità per le istituzioni

Oggi vorrei parlavi di un protocollo, ClearPool, che ultimamente sta prendendo molto consensi sia sulla rete Ethereum che, Polygon.

Andiamo in profondità.

Cosa è ClearPool?

CPOOL è un decentralised marketplace per capitali istituzionali non garantiti.

Cosa significa “non garantiti”?

Consente alle istituzioni di prendere in prestito fondi da una rete decentralizzata di prestatori senza bisogno di garanzie. Il protocollo nasce proprio con l’intento di fornire liqudità alle istituzioni che sempre sono alla ricerca di liquidità per le loro strategie di delta Neutral oppure per le attività di Trading High frequency

Per accedere alla liquidità, le istituzioni devono:

  • passare un KYC (verificato da Xmargin)
  • un processo di verifica da parte di Credora per il “rating” di credito.
  • mettere in staking il token $CPOOL in base delle pool.

Solo dopo questi verifiche/processi, l’azienda potrà lanciare la sua pool e accedere così alla liquidità.
Ecco al momento quale aziende verificate sono presenti sul protocollo ClearPool:

Come già brevemente accennato, il protocollo al momento è stato lanciato su 2 chain: ETH e Polygon.


Chi fornisce la Liquidità?

Chiunque (retail) può fornire liquidità in $USDC e guadagna “Tassi di interesse (APR)” in token specifici per pool ($CPOOL).

Un pò come in tutti i protocolli di Lending e Borrowing c’è la percentuale di “Utilizzation” che và sempre tenuta sotto controllo. Ovviamente, più la percentuale sarà alta e più, il retail, otterrà un APR maggiore.

Prima di fornire la liquidità il retail può comunque ottenere maggiori dettagli sull’azienda e ovviamente vedere tutti i dati della specifica pool. Ecco un esempio dove viene mostrato APR e Utilization Rate


Tipologie delle Pools di liquidità

In piattaforma si possono trovare 2 tipologie di Pool:

  1. Permissionless Pool
    Non hanno una durata fissa, e le rewards sono dinamiche.
    La liquidità in queste pool, possono entrare/uscire in qualsiasi momento, sempre se l’utilization rate lo permetta (se la liquidità della pool è utilizzata al 100%, ovviamente non può uscire)

  2. Permission Pools
    Hanno una durata fissa, come per le rewards.
    La liquidità è bloccata finché la durata della pool è attiva e le rewards sono calcolate in base Mese.


Rischi

Cosa succede se l’utilizzation Rate si alza sopra al 95%?
Come scritto sopra, il dato da tenere sotto controllo è l’utilization rate. Il protocollo mette a disposizione anche un sistema di Notifiche (link) dove, chi fornisce liquidità può essere avvisato in anticipo.

La tabella sottostante ci mostra come viene gestita la % in base dei casi:

  • :arrow_down: 95%, Pool attiva, nessun limiti di tempo
  • :arrow_up: 95%, Notifiche di Warning, limite di utilizzo fino al 99%
  • :heavy_equals_sign: 99% , Default, Limite di tempo 120 ore

il borrower istituzionale, messo in stato di “Default”, avrà tempo massimo di 120 ore per risanare la pool di liquidità.

Ottenere uno stato di “Default” non è proprio il massimo per l’istituzione, può andare a ledere il profilo stesso dell’azienda.


Conclusioni

Come si ben capisce, questo protocollo nasce proprio con l’intento di mettere a contatto il mondo Retail con il mondo delle istituzioni. Non sò voi ma io vedo una sorta di “massima protezione” per il retail quindi, un punto a favore per ClearPool.

In un mercato instabile come stiamo vivendo in questo periodo, forse affidare le nostre stable a protocolli del genere, non è proprio così “sbagliato”. Ovviamente, prima di procedere con qualsiasi operazione, ti consiglio di effettuare una ricerca personale.

Ora come di consuetudine, vi lascio il nostro link per la stanza telegram e poter così discuterne:

Link utili:

1 Mi Piace